14/12/2009
Il PIL segna un -8,9% a/a nel terzo trimestre
Secondo l’Ufficio statistico russo RosStat il prodotto interno lordo del periodo luglio-settembre è diminuito dell’8,9% in termini annuali, mentre è aumentato del 13,8% rispetto al trimestre precedente.
 
Il PIL nominale ammonta a 10.489,5 miliardi rubli, pari a 342,5 miliardi di dollari. Complessivamente, da gennaio a settembre il PIL ha totalizzato 28,3 trilioni di rubli a prezzi correnti, con un calo del 9,9% a/a. Secondo le stime del Ministero dell’economia, la diminuzione dei primi nove mesi dell’anno è stata del 10% a/a. Il Ministero ha evidenziato, inoltre, che il miglioramento dell’economia osservato a settembre è stato dovuto soprattutto ai maggiori risparmi e ad un rallentamento minore degli investimenti; tuttavia, le spese dei consumatori rimangono piuttosto basse se confrontate quelle dello scorso anno, piuttosto alte, ed il recupero delle importazioni ha in qualche modo ridimensionato l’effetto positivo della crescita delle importazioni. Infine, il Ministero ha ricordato che le dinamiche positive del PIL sono state registrate già da giugno: si tratta di un dato attribuibile soprattutto alla crescita del settore agricolo ed a migliori prestazioni da parte del settore industriale.
Fonte: Intellinews - Elab.Informest